La capsulite retrattile (o capsulite adesiva) è il tipo più comune di lesione alla spalla. Infatti colpisce dal 2% al 5,3% della popolazione. Si manifesta tra i 40 e i 60 anni e colpisce principalmente le donne.

La capsulite retrattile è inizialmente un’infiammazione alla capsula articolare della spalla, che può progredire fino alla fibrosi della capsula stessa. Durante la fase infiammatoria, complessi processi enzimatici interrompono la matrice extracellulare, creando una reticolazione del collagene che fa perdere elasticità alle strutture capsulari.

Si osservano 3 fasi:

  • La fase del dolore lieve: il dolore può essere confuso con altre patologie della spalla. Gli intervalli di movimento sono leggermente limitati, ma l’estremo raggio di movimento causa un forte dolore. In questa fase la diagnosi è difficile da stabilire.
  • La fase “calda”: il dolore è molto intenso, sono presenti segni infiammatori e il range di movimento inizia a diminuire.
  • La fase “fredda”: il dolore inizia a diminuire ma la gamma di movimento è limitata in tutte le direzioni.

Le diverse cause possibili sono traumi alla spalla, assunzione di alcuni farmaci (barbiturici, tripla terapia…), diabete, ipotiroidismo, chirurgia toracica…

Sebbene il contesto psicologico o una ragione d’ansia non sia stato dimostrato, tuttavia, è possibile osservare un’implicazione con la recrudescenza della capsulite.

Un’altra causa ben nota è legata alle conseguenze della chirurgia per il cancro al seno con coinvolgimento ascellare.

Se si escludono controindicazioni all’uso della tecarterapia, WINBACK può ottimizzare il trattamento dei pazienti in ogni fase della capsulite.

Tecar 1.0

Fase del dolore lieve: l’obiettivo è mantenere il massimo range di movimento mentre il dolore è lieve. Winback energy, in diatermia delicata, con CET 1.0 e RET 1.0, migliora nutrimento e trofismo di entesi e capsula. In caso di presenza di cordoncini ascellari (linfosclerosi), il lavoro di rilevamento risulterà più facile con il bracciale.

Tecar 2.0

Fase calda: durante questa fase, il terapista tratta il paziente per limitare la progressione e la durata della fase infiammatoria. Lavoreremo con la funzione 2.0, con un elettrodo adesivo posizionato sulla scapola e il Fix Pad RET sul braccio. L’atermia consente l’effetto biologico e analgesico mentre controlla il rebond infiammatorio.

Tecar 3.0

Fase fredda: si ottiene un incremento della mobilità, lavorando sulla fibrosi e ripristinando così l’elasticità delle strutture capsulari. L’utilizzo con la funzione 3.0 focalizza l’energia Winback nella capsula. La diatermia migliora l’allineamento delle fibre di collagene delle strutture capsulari della spalla.

Tecar Winback Tecarterapia Diatermia

 

2021-03-12T22:01:45+01:00

Scrivi un commento

Go to Top