Curare la pubalgia con la tecarterapia Winbackk

 La pubalgie, cos’è ?

La pubalgia è una sindrome dolorosa dell’area pubica dovuta a 3 entità anatomocliniche isolate o associate:

  • Tendinite dei adduttori
  • Artropatia pubica (con azione analgesica innescata dall’ascesa e dalla discesa delle scale)
  • Una patologia di basso inserimento dei grandi diritti e degli elementi costitutivi del canale inguinale risultando da uno squilibrio tra obliqui grandi e piccoli.

Di conseguenza, la pubalgia è una patologia la cui diagnosi e trattamento sono complicati. L’ideale è ovviamente consultare uno specialista che identificherà l’origine del dolore e proporrà il trattamento appropriato.

Questa patologia colpisce principalmente gli atleti, e alcune discipline tendono in particolar modo a favorirne l’aspetto. Tra questi, il calcio è probabilmente il più noto per la generazione di pubalgia. Nel complesso, è comune negli sport con rapidi cambi di orientamento e / o supporto forzato su un piede (tennis, hockey, salto ostacoli, scherma, …).

Il trattamento si basa su antinfiammatori, riposo e fisioterapia. Raramente è necessario un intervento chirurgico, anche se gli atleti professionisti tendono a usarlo per ridurre i tempi di fermo.

Beneficio della tecarterapia Winback nel trattamento della pubalgia

L’energia della tecarterapia Winback può essere utilizzata per ridurre la tensione dei adduttori, dello psoas e dei muscoli addominali. Per questo, ad esempio, si può procedere ad un massaggio dei muscoli adduttori (modalità CET – accessorio 1.0), prima di continuare posizionando un elettrodo sull’inserzione inguinale, e l’altro per eseguire il massaggio degli adduttori insistendo sul inserimento distale (modalità RET – 3.0). I braccialetti (modalità RET) possono quindi essere utilizzati allo scopo di rilasciare le tensioni dello psoas e l’inserimento inguinale degli addominali.

Il prossimo passo è lavorare sul rinforzo eccentrico degli adduttori tra diversi esercizi. Un elettrodo adesivo viene posizionato sugli adduttori destro e sinistro e sulla piastra di ritorno addominale (doppio RET – 5.0). Il paziente esegue quindi una serie di movimenti eccentrici degli adduttori.

Vuoi saperne di più? Iscriviti per uno dei nostri corsi!

Se desideri essere trattato contro questa patologia utilizzando la tecarterapia Winback, consulta la nostra mappa dei centri attrezzati e trova il più vicino a te!