L’infiammazione si riferisce a un insieme di manifestazioni cliniche (dolore, arrossamento, calore, gonfiore con alterazione delle funzioni vascolari, cellulari e linfatiche) che si verificano nel corpo in risposta a varie aggressioni. L’infiammazione entra, insieme al dolore, all’emostasi e all’immunità, come parte dei processi di reazione essenziali per mantenere l’integrità del corpo.

Winshock e il suo Push-In, la migliore risposta

La termoterapia è senza dubbio la migliore risposta al trattamento dell’infiammazione e si basa sulla reazione di caccia. Il suo principio di base? Applicare freddo intenso per 4-5 minuti e poi lasciare riscaldare la zona fredda all’aria aperta. Il dispositivo Winshock va oltre e fornisce una soluzione più rapida accelerando il riscaldamento della zona applicando una temperatura che va da -15 ° C a 45 ° C in 25 secondi, che ha virtù drenanti (vasocostrizione o vasodilatazione). Questa tecnica provoca un aumento del flusso sanguigno nei capillari come reazione a questa variazione di temperatura (paragonabile allo shock termico della crioterapia a gas).

L’altro punto forte di Winshock nella lotta all’infiammazione è la sua corrente Push-In. Questo programma permette una migliore penetrazione profonda del freddo. Ha effetti antinfiammatori e fornisce sollievo dal dolore di lunga durata. Inoltre, questa applicazione riduce notevolmente la produzione dei mediatori chimici che causano la reazione infiammatoria.

Nelle infiammazioni croniche, Winshock genera un’ipotermia localizzata che provoca una diminuzione della temperatura dell’epidermide, seguita da un’immediata ipertermia per fermare l’infiammazione. Il supporto della funzione PUSH-IN migliora la penetrazione del freddo. In caso di infiammazione acuta, quando l’ipotermia persiste, l’installazione di freddo inibisce il processo infiammatorio. L’evacuazione dei rifiuti avviene accelerando il drenaggio con il supporto della funzione PUSH-BACK.

Criocompressione, LASER e TECAR focale, soluzioni efficaci

Altri dispositivi consentono anche un trattamento efficace in situazioni infiammatorie. Questa tecnologia, ad esempio, combatte tutti i fenomeni infiammatori con il suo sistema di crioterapia, mentre la compressione attiva (regolabile e intermittente) stimola i circuiti linfatico e sanguigno. Tutte le conseguenze di un trauma acuto (edema, gonfiore, lividi, versamento, ecc.) Vengono trattate con questa duplice azione.

Senza utilizzare il freddo, l’utilizzo di R-SHOCK, apparecchio per tecarterapia focale, permette di generare diatermia. La sua applicazione mirata provoca un’attivazione locale della vasodilatazione, un aumento dell’apporto di ossigeno ai tessuti, un aumento del microcircolo e l’eliminazione delle scorie.

Infine, anche l’applicazione della terapia laser può essere una soluzione. Il suo polso produce effetti fototermici adatti alla risoluzione del processo infiammatorio e al riassorbimento dell’edema. Questi risultati, insieme all’azione analgesica del trattamento, sono alla base della rapida riduzione dei sintomi del dolore descritta da numerosi studi clinici.