Testimonianza : grazie alla tecarterapia Winback, la cicatrice della signora Frelon è appena visibile

Paziente di Michael Stassin (Frameries – Belgio), la signora Frelon testimonia la sua esperienza con la tecarterapia Winback. Durante questo protocollo, la paziente è stata trattata con la Tecar Winback 6.0, Mix 3 e Physioblade.

“Scuoiata viva fine agosto 2018, bloccata alla prima commessura (pinza “pollice e indice”) tra una catena d’acciaio e un paletto d’acciaio, la mia mano sinistra è stata suturata in emergenza. Una volta rimossi i punti (36 in totale), questa mano è stata tutta contratta, raggomitolata, persino deformata. Grazie alla rivoluzionaria tecnica “Tecarterapia Winback”, ho rapidamente recuperato l’ampiezza dell’apertura tra il pollice e l’indice.

Sempre grazie alle diverse “macchine” e agli accessori utilizzati, le vesciche vicino alla cicatrice si sono gradualmente sbiadite, rendendo la sua elasticità alla mia mano. Oggi non vediamo quasi nulla. L’aspetto cartonno della cicatrice è, per così dire, inesistente.

Grazie a Michael per aver creduto in me quando mi disperavo dell’evoluzione della ferita ! C’è voluto del tempo, ma il risultato davvero inaspettato è lì: una mano agile e flessibile, che ha riacquistato il suo aspetto originale e una cicatrice appena visibile “.

Vuole trovare un professionista con l’attrezzatura Winback vicino a lei ? Clicca qui per vedere la nostra mappa dei centri attrezzati.