La guarigione si riferisce a tutti i fenomeni che portano al ripristino della continuità dei tessuti. Numerosi processi cellulari e molecolari sono coinvolti in questo insieme di fenomeni di riparazione dei tessuti. Questi processi sono generalmente descritti in tre fasi sovrapposte. Come fisioterapisti agiremo sulla guarigione della pelle, per evitare complicazioni tissutali, fasciali o posturali che possono esistere. Tuttavia, altri tessuti molli (legamenti, tendini, visceri …) presentano le stesse fasi di guarigione con aspetti istologici di ciascuna struttura. La conoscenza di questi processi cellulari e molecolari, fase per fase, nonché la conoscenza dell’energia Winback, consentiranno di ottimizzare il processo di guarigione.

La fase iniziale, vascolare e infiammatoria

La fase vascolare, attraverso la vasodilatazione e l’aumento della permeabilità capillare, consente l’apporto di proteine ​​sieriche, come i fibrinogeni, che limitano l’entità delle lesioni e guidano le cellule infiammatorie.

Lo stadio infiammatorio è prodotto dalla formazione del granuloma infiammatorio composto, tra gli altri, dai macrofagi. Questa fase è essenziale perché la qualità del deterrente indurrà la successiva evoluzione del processo di guarigione. Grazie alla diatermia, l’energia Winback applicata localmente (in CET o MIX) contribuisce a favorire questa fase iniziale migliorando la vascolarizzazione dei capillari superficiali. Per evitare rischi infettivi, lavoreremo intorno alla ferita.

La fase di recupero dei tessuti

Questa fase corrisponde alla proliferazione dei fibroblasti, all’angiogenesi e alla sintesi della matrice extracellulare. L’effetto biologico dell’energia Winback permette di ottimizzare questa fase, grazie alla sua azione sui fibroblasti, rendendo inizialmente biodisponibile il collagene di tipo III, e poi gradualmente il collagene di tipo I.

La fase di maturazione e rimodellamento

La matrice extracellulare si rimodellerà entro due mesi dalla chiusura della ferita. Successivamente, la maturazione secondaria, con lo sviluppo di una struttura di collagene più densa, più forte ed elastica, può protrarsi per due anni. L’effetto biologico di Winback, combinato con una lieve diatermia, migliora la troficità dei tessuti. Grazie alla sua diffusione attraverso i braccialetti RET, la diatermia generata permette al terapista di dirigere il rimodellamento del collagene.

Winback energy ottimizza così ogni fase del processo di guarigione grazie ai suoi principi di azione: effetto biologico e diatermia. Applicati correttamente, utilizzando l’accessorio appropriato, i primi trattamenti per le cicatrici Winback forniranno una buona prognosi del processo di guarigione.